L’EMDR è utile per il trattamento di disturbi causati da eventi stressanti o traumatici come il Disturbo Post Traumatico da Stress, sfrutta i movimenti oculari alternati, o altre forme di stimolazione alternata destro/sinistra, per ristabilire l’equilibrio eccitatorio/inibitorio, permettendo così una migliore comunicazione tra gli emisferi cerebrali.

Si parla di traumi con la T maiuscola per riferirsi a eventi di vita che hanno coinvolto la persona in modo violento come incidenti, lutti, disastri naturali (terremoti, inondazioni ecc.) e di traumi con la t minuscola per riferirsi a traumi relazionali, cioè la quotidiana e ripetuta esposizione a figure di attaccamento disfunzionali e a contesti familiari patologici, che provoca traumi emozionali.

I movimenti oculari saccadici e ritmici tipici della terapia EMDR, concomitanti con l’individuazione dell’immagine traumatica, delle convinzioni negative ad essa legate e del disagio emotivo, facilitano la rielaborazione dell’informazione, fino alla risoluzione dei condizionamenti emotivi. In questo modo l’esperienza è usata in modo costruttivo dalla persona ed è integrata in uno schema cognitivo ed emotivo non negativo.

L’EMDR è un approccio psicoterapico interattivo e standardizzato, la cui efficacia è stata comprovata anche nel trattamento di numerose psicopatologie incluse la depressione, l’ansia, le fobie, il lutto acuto e i sintomi somatici.

Fonte State Of Mind: https://www.stateofmind.it/tag/emdr/
https://www.stateofmind.it/2016/02/terapia-emdr-psicoterapia/